Skip to main content

Mare Consulting ha condotto nell’aprile 2023 la prima survey sul web marketing dlele strutture ricettive in Liguria.

Sono state contattate tutte le strutture ricettive censite del territorio ligure e abbiamo sottoposto loro un questionario online.

 

Report: Indagine sul marketing turistico delle strutture ricettive in Liguria

 

Mare Consulting ha promosso questa rilevazione: “Indagine sul marketing turistico in Liguria” con lo scopo di verificare e analizzare l’importanza delle strategie di marketing per le strutture ricettive in Liguria.

 

Mare Consulting è da sempre impegnata nel marketing turistico e nello sviluppo delle potenzialità delle strategie di marketing per le imprese del settore turistico italiano.

 

Marketing turistico come strumento di crescita

 

Come Mare Consulting da sempre crediamo nell’applicazione di strategie di marketing turistico alle strutture turistico-ricettive e non solo.

Le azioni di marketing sono uno degli investimenti con i maggiori ritorni in termini di immagine e di risultati economici.

Molto spesso le strutture ricettive italiane, utilizzano i canali intermediati come le OTA (Online Travel Agency).

Questo drena parte dei fatturati aziendali a vantaggio di multinazionali quasi sempre non italiane, con evidenti ripercussioni sul mercato del turismo.

Il valore dello sviluppo di iniziative di marketing turistico che ogni singola struttura ricettiva o impresa turistica intraprende, ha effetti benefici sull’impresa stessa e su tutto il comparto.

Per questo motivo abbiamo voluto fortemente questo progetto che prevede un’indagine demoscopica tra tutte le strutture ricettive in Liguria.

 

Indagine demoscopica sul marketing turistico delle strutture ricettive in Liguria

 

Abbiamo analizzato e studiato il fenomeno del marketing applicato al turismo e come le strutture ricettive liguri vi si relazionano.

Il progetto ha l’ambizione di crescere nel tempo per diventare un punto di riferimento per gli operatori economici e non solo.

L’indagine è stata studiata dai nostri consulenti esperti di “survey”, meglio note come “indagini di mercato” e di marketing turistico, con lo scopo di analizzare e comprendere come le strutture ricettive liguri si relazionino con le strategie marketing turistico.

La struttura del questionario è stata studiata in modo da risultare semplice da comprendere e veloce nella compilazione con metodo CAWI.

Le domande dell’indagine demoscopica, sono volutamente poche e molto specifiche.

Permettono di indagare i principali aspetti delle strategie di marketing turistico per le imprese dell’ospitalità.

 

Report della ricerca

 

La ricerca condotta da Mare Consulting evidenzia un comparto turistico in crescita almeno dal punto di vista numerico.

Molte nuove aperture dopo la pandemia COVID-19 testimoniano che la Liguria crede nel Turismo.

 

Pur in questa situazione si colgono segnali in chiaro scuro soprattutto nell’utilizzo di strumenti avanzati di marketing.

 

Questo conferma trend generali del comparto turismo che si rivolge a strumenti esogeni per la promozione come le OLTA (On Line Travel Agency).

A tutto svantaggio della creazione di strumenti diretti di web marketing turistico che permetterebbero nel medio termine di aumentare notevolmente il valore del brand della struttura.

 

Si intravedono buone prospettive di crescita del comparto turistico ligure che risulta essere ancora poco maturo.

 

Il turismo in Liguria è donna

 

Quasi il 40% delle strutture ricettive in Liguria è condotta prevalentemente da donne e il 46% ha un team di lavoro composto da un mix tra uomini e donne.

Grafico web marketin turistico in Liguria

Strutture ricettive giovani

 

Il boom di strutture ricettive si è avuto dopo il 2010, ben il 72% delle strutture ricettive sono nate dopo quell’anno.

 

Il marketing è vivo (o quasi)… quello degli altri

 

Il 64% delle strutture ricettive dichiara di investire in marketing turistico.

Ma questo significa che il 36% NON INVESTE IN MARKETING.

Questo si desume sia dovuto alle piccole dimensioni delle strutture.

 

Il 95% degli intervistati dichiara che i propri competitor svilupperanno strategie di marketing.

Il dato rivela la consapevolezza «inconscia» di dover e poter fare di più in questo ambito.

 

Entroterra ed eno-gastronomia gli asset su cui puntare

 

La valorizzazione dell’entroterra è vista dal 73% delle strutture ricettive come un asset importante su cui si dovrebbe puntare e, anche e soprattutto, sul patrimonio eno-gastronomico (82%).

 

 

Il marketing turistico in Liguria: in chiaro scuro

 

Dalla ricerca emerge che vi è un uso sufficiente degli strumenti di marketing, ma sembra non esserci una conoscenza approfondita del marketing turistico, che si affida molto alle OTA: il 50% delle strutture ricettive si affida alle directory come canale di vendita.

 

Molti degli strumenti di marketing più avanzati e a maggiore ROI (ritorno sull’investimento), sono praticamente inutilizzati, se si pensa che solo 16% usa l’email marketing, e “influencer e funnel marketing” sono utilizzati solo dal 1% delle strutture ricettive.

 

Una delle informazioni fornite dagli intervistati è stata la necessità/volontà di destagionalizzare e sviluppare di più il territorio: entroterra, enogastronomia ed eventi locali.

 

 

Investire nella conoscenza

Da questi dati emerge la forte necessità di investire nella conoscenza del marketing turistico, se si vorrà mantenere un livello competitivo elevato negli anni futuri.

 

 

At a glance

Di seguito l’estratto dei principali dati dal questionario.

 

  • 72% delle strutture aperte dopo il 2010
  • 36% delle strutture NON investe in mktg
  • il 95% dei miei competitor farà mktg turistico

 

Su cosa puntare:

  • 82% Eno-gastronomia
  • 73% Entroterra

 

Strumenti di mktg utilizzati:

  • 58% Sito Web
  • 42% Social Media
  • ….
  • 1% Funnel mktg/Influencer

 

In Conclusione

La presenza di strutture ricettive in Liguria è molto forte e forte è l’interesse verso il turismo, tanto che il 13% delle strutture ricettive della Liguria sono nate dopo la pandemia.

 

Quindi il turismo è visto come un asset.

 

Le strutture ricettive in Liguria sono di piccole dimensioni e quindi non hanno una vocazione all’utilizzo di strumenti di marketing turistico, ma si accontentano delle OTA, lasciando così in mano alle multinazionali del settore una fetta importante della ricchezza prodotta.

 

Vi è una «consapevolezza latente» nel fatto che sarebbe necessario e opportuno investire in marketing turistico ma vi sono alcuni freni che riguardano proprio la «cultura» e nella «conoscenza» del marketing turistico.

 

La «richiesta» di investire di più nella valorizzazione Eno-Gastronomica, nell’entroterra e nella cultura evidenzia la consapevolezza della ricchezza e del potenziale della Liguria, al di là dei brand storici: «portofino», «cinque terre», «finalese», «sanremo» «acquario».

 

Si sente la necessità di destagionalizzare gli arrivi turistici sul territorio.

 

Tutto questo ci porta alla conclusione che il turismo ligure è in salute, ma deve uscire da una dimensione «fai da te» per trasformarsi in un comparto più maturo e organizzato.

 

Il marketing turistico delle strutture ricettive può e deve crescere ancora: la strada forse è ancora lunga ma è sicuramente tracciata.

Scarica il pdf del report completo dell’ Indagine sul marketing turistico delle strutture ricettive in Liguria

Richiedi la tua copia